Hai mai provato i detersivi naturali fai da te per la pulizia della tua casa? Allora è venuto il momento di cominciare. Prepararli è più semplice di quanto immagini e sostituirli ai detersivi industriali comporta grandissimi vantaggi.

Perché usare i detersivi naturali?

Innanzitutto con i detersivi naturali rispetti l’ambiente e non inquini. I prodotti tradizionali che troviamo in commercio contengono tensioattivi derivati dalla raffinazione del petrolio. Queste sostanze chimiche  inquinano le falde acquifere e una volta in mare creano problemi alla flora e alla fauna.

Invece i detersivi naturali fai da te sono  totalmente ecologici e biodegradabili, non inquinano e non contengono sostanze nocive. E soprattutto autoproducendo i detersivi naturali in casa eviterai di comprare tutti quei flaconi ed imballaggi che vanno ad ingrossare la filiera della raccolta differenziata.

Siamo portati a pensare che tutti i rifiuti vengano riciclati e riutilizzati. In realtà, solo il 30% della plastica differenziata viene riciclata, a causa dei costi elevati e della complessità del processo di riciclaggio. Ne ho parlato anche in un post precedente dedicato ai simboli della plastica.

Proprio per questo passare ai detersivi naturali contribuisce a ridurre l‘inquinamento da plastica che come tutti sappiamo sta devastando il nostro pianeta.

Un altro vantaggio riguarda la salute. I detersivi industriali sono pieni di sostanze chimiche che sono tutt’altro che benefiche. Magari non ce ne accorgiamo, ma quando facciamo le pulizie inaliamo sostanze nocive per la nostra salute.

A causa dell’aggressività di questi detersivi siamo costretti ad usare i guanti. Solo così si riescono ad evitare conseguenze spiacevoli come irritazioni, allergie o dermatiti da contatto. I detersivi naturali invece sono sicuri, atossici e anallergici.

Un altro aspetto positivo da non sottovalutare è il risparmio economico. Autoproducendo i tuoii detersivi riuscirai a risparmiare moltissimo. I detersivi fatti in casa richiedono pochi ingredienti e tutti molto economici. Quindi riuscirai ad ottenere una casa perfettamente pulita e igienizzata a costi ridotti e nel pieno rispetto della  salute e dell’ambiente che ci circonda.

Ultimo vantaggio dei detersivi naturali è il risparmio di spazio. Siamo letteralmente invasi da prodotti per le pulizie, ognuno con la sua specifica funzione. La pubblicità e le strategie di marketing ci portano a credere che occorra un prodotto specifico per ogni superficie.

Quindi oltre ai detersivi classici, abbiamo il detergente per il forno, lo spray per i vetri, il brillantante per la lavastoviglie, il gel per il wc e così via. Sono sicura che se guardi sotto al lavello avrai almeno 5-6 prodotti diversi.

Anch’io ce li avevo. Poi gradualmente ho cominciato a liberarmene ed ho capito quanto fosse inutile e insensato utilizzare detergenti di tutti i tipi, accumulando decine tra flaconi e spruzzini.

La verità è che per pulire a fondo servono pochi ingredienti. Non occorrono decine di detergenti. Bastano pochi prodotti, ma che siano davvero efficaci.

Ecco gli  ingredienti di cui abbiamo bisogno:

  • aceto bianco: l’aceto bianco, che è quello più adatto per uso domestico, vanta diverse proprietà: è ecologico, economico e non è tossico. È un ottimo agente antibatterico, sgrassatore e disinfettante.

 

  • bicarbonato di sodio: è un prodotto dalle numerose virtù, utile in ogni ambito della nostra vita. Versatile, sicuro, ecologico, efficace e anche molto economico, non può mai mancare nella mia dispensa.

 

  • succo di limone: grazie alle sue proprietà antisettiche e antibatteriche è in grado di pulire, sgrassare, disincrostare, lucidare e deodorare. È ecologico, economico e sicuro per la salute, a differenza dei detergenti tradizionali.

 

  • acido citrico: l’acido citrico è un’ ottima alternativa naturale ai detersivi industriali. Si tratta di un composto acido che si trova negli agrumi, in particolare nel succo di limone. Ecologico e sicuro, nell’industria alimentare viene usato come antiossidante e conservante (indicato con la sigla E330).

In ambito domestico può essere usato per tantissimi scopi. Io lo utilizzo come anticalcare, disincrostante  e ammorbidente, ma può anche essere impiegato come brillantante. Viene venduto sotto forma di polvere o cristalli.

 

Come preparare i detersivi naturali

Veniamo ora ai consigli di preparazione.  Come ti ho accennato all’inizio, è davvero semplicissimo preparare in casa dei detersivi naturali ecologici ed efficaci. Tutto quello che ti occorre sono gli ingredienti già menzionati, una bilancia e un contenitore dove riporre il detersivo.

Puoi benissimo riciclare i flaconi e gli spruzzini di plastica che hai in casa, così eviterai di produrre nuovi rifiuti.

Cominciamo dalla cucina.

Spugna di luffa

Hai mai sentito parlare della luffa? La luffa (o loofah) è un tipo di zucca dalla consistenza molto fibrosa e non particolarmente adatta all’uso alimentare. Invece  proprio grazie alla sua trama resistente la luffa essiccata è ideale come spugna e può essere usata sia per frizionare il corpo che per pulire piatti e stoviglie.

La spugna di luffa è un’ ottima alternativa alle classiche spugne di plastica.  È un  prodotto completamente naturale e biodegradabile al 100%. Quindi quando sarà usurata potrai buttarla tranquillamente nell’umido.

La prima volta che la usi ti consiglio di lasciarla un’oretta in ammollo per ammorbidire le fibra. La sua particolare consistenza la rende adatta per strofinare stoviglie e superfici dure. Puoi anche tagliarla longitudinalmente per sfruttare il maggior potere abrasivo della trama interna.

 

                                                             

 

Detersivo naturale per piatti al limone

Ingredienti

  • 3 limoni
  • 400 ml d’acqua
  • 200 g di sale
  • 100 ml di aceto bianco

 

Preparazione

Per prima cosa bisogna tagliare i limoni in 4-5 pezzi, avendo cura di togliere i semi. Quindi si frullano i limoni con un mixer aggiungendo il sale e un po’ acqua. Si mette la poltiglia ottenuta in una pentola insieme a tutta l’acqua e all’aceto e la si lascia bollire per 10 minuti, mescolando affinché non si attacchi.

Quando il composto si è addensato, lo si può travasare in barattoli di vetro. Questo detersivo ha un normale potere sgrassante.  Considera però che non fa schiuma per cui versane una quantità  a piacere direttamente sulla spugna di luffa già inumidita.

In caso di stoviglie particolarmente  sporche e unte, puoi aggiungere un po’ di aceto, che ha un elevato potere sgrassante.

Puoi usare questo detersivo  naturale anche per la lavastoviglie. Ne bastano 2 cucchiai nell’apposita vaschetta. L’unica raccomandazione è di non mischiare il detersivo fai date con quello classico per lavastoviglie.

 

Detergente/disinfettante per superfici

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • 500 ml di acqua

 

Preparazione

Questo detergente è semplicissimo da preparare. L’unica accortezza è di mescolare il bicarbonato e l’aceto in una ciotola a parte prima di versarli nel contenitore. Questi 2 ingredienti infatti reagiscono formando tantissima schiuma.

Quando l’effetto della reazione sarà terminato, potrai tranquillamente travasare la soluzione in uno spruzzino. Questo prodotto è un ottimo sgrassante. Riesce a pulire anche lo sporco più ostinato, ma non è aggressivo e quindi è adatto anche per le superfici più delicate.

Utilissimo per tutti i piani di lavoro, in particolare per rimuovere le macchie di unto e grasso dal piano cottura. Oltre a sgrassare, disinfetta le superfici.

 

Anticalcare

Ingredienti

  • 100 g  di acido citrico
  • 500 ml di acqua

 

Preparazione

L’anticalcare naturale che preferisco è quello a base di acido citrico. Prepararlo è semplicissimo: basta diluire una parte di acido citrico in 5 parti di acqua. In sostanza, devi miscelare 100 g di acido citrico ogni 500 ml di acqua.

Puoi aggiungere qualche goccia dell’olio essenziale che preferisci. Io ad esempio adoro l’olio essenziale di limone e lavanda. Oltre al profumo inconfondibile, gli oli essenziali hanno proprietà antisettiche e antibatteriche.

L’unica raccomandazione è di non utilizzare questo anticalcare su marmo, legno , cotto e su tutte le superfici sulle quali è sconsigliato l’uso di sostanza acide.

Io lo uso per il lavello della cucina e per rimuovere le incrostazioni dei sanitari. Lo spruzzo e lo lascio agire qualche minuto e poi risciacquo con acqua calda.

                                                             

 

Pulizia del forno

I prodotti spray specifici per la pulizia del forno vanno assolutamente evitati. Contengono molte sostanze nocive, tra cui solventi e soda caustica. Inoltre c’è il rischio concreto che i residui di detersivo rimasti tra gli interstizi del forno finiscano per liberarsi successivamente sui cibi cotti.

La prima regola è pulire il forno spesso, utilizzando una soluzione di acqua calda e bicarbonato. Ne bastano 2 cucchiai per ogni litro d’acqua. In alternativa vanno bene anche l’aceto o il succo di limone.  È sufficiente passare un panno imbevuto della nostra soluzione sulle superfici interessate.

Il forno si pulisce meglio se è ancora tiepido. Ti consiglio di scaldarlo un pochino  prima di effettuare la pulizia.

Se il forno è molto sporco, la tecnica migliore è quella di utilizzare l’aceto.  In questo caso occorre scaldare un po’ d’acqua (circa 750 ml) con l’aggiunta di un bicchiere di vino bianco. Nel frattempo pre-riscalda il forno  a 160 ° per circa 10 minuti.  Quando l’acqua bolle va travasata in una teglia e collocata all’interno del forno.

Questa soluzione di acqua e aceto ammorbidirà le incrostazioni più ostinate e farà staccare i residui di cibo dalle pareti. Dopo 15 minuti puoi spegnere il forno.  Successivamente, a forno ancora tiepido, potrai rimuovere facilmente i residui con un panno soffice imbevuto di acqua e aceto.

 

Pulizia del bagno

Per la pulizia dei sanitari utilizzo l’anticalcare e lo stesso detergente per superfici che uso per la cucina. Si tratta di un prodotto naturale davvero efficace: il bicarbonato è disincrostante, mentre l’aceto bianco ha proprietà  sgrassanti e disinfettanti.

Se vuoi potenziare l’azione disinfettante dell’aceto puoi aggiungere al detergente 5-10 gocce di  tea tree oil.

L’unica accortezza che ti consiglio è di lasciarlo agire per qualche minuto. Dopodiché risciacqua con un panno inumidito con acqua calda.

 

Detersivo naturale per lavatrice

Ingredienti

  • 300g  di sapone di marsiglia naturale
  • 150 g di bicarbonato di sodio
  • 150 g di carbonato di sodio  (soda da bucato)
  •  1 cucchiaio di percarbonato aggiunto a ogni lavaggio (facoltativo)

 

Preparazione

Adesso vediamo come preparare un detersivo naturale per il bucato in lavatrice. Per prima cosa procurati un panetto di sapone di marsiglia naturale. Il vero sapone di marsiglia è quello a base di olio di oliva. Oggi in commercio se ne trovano molti che contengono altri oli, ad esempio l’olio di cocco o di palma.

 

                                                             

 

Grattugia il sapone di marsiglia in una ciotola, in modo da ottenere tante scaglie. Quindi aggiungi gli altri ingredienti: il bicarbonato di sodio e la soda da bucato. Mescola e voilà…il tuo detersivo 100% naturale è pronto.  Ne bastano 2-3 cucchiai direttamente a contatto con i panni.

Questo prodotto pulisce e sgrassa a fondo, grazie alle proprietà dei  diversi ingredienti. Il sapone di marsiglia è un tensioattivo naturale e ha un’azione sgrassante. Il bicarbonato di sodio igienizza ed elimina gli odori. E infine la soda da bucato agisce sulla pesantezza dell’acqua, rendendola più leggera.

Se preferisci, puoi aggiungere un cucchiaio di percarbonato ad ogni lavaggio. Questa sostanza  è sbiancante e igienizzante e potenzia l’azione del detersivo naturale.

 

                                                             

 

 

Ammorbidente

Ingredienti

  • 150 g di acido citrico
  • 1 litro d’acqua (demineralizzata)

 

Preparazione

Preparare quest’ammorbidente naturale è semplicissimo. Basta diluire 150 grammi di acido citrico in un flacone  contenente un litro d’acqua, possibilmente demineralizzata. Puoi anche aggiungere 20-30 gocce del tuo olio essenziale preferito.

Versa l’ammorbidente a base di acido citrico nell’apposita vaschetta della lavatrice. Per un normale bucato di 4-5 chili, ne bastano 100 ml. Se però l’acqua è particolarmente dura, ne occorrono 150 ml.

 

Detergente per pavimenti

Ingredienti

  • 3 litri di acqua
  • 1 bicchiere di aceto

 

Preparazione

Basta aggiungere un bicchiere di aceto bianco in un secchio riempito con 3 litri d’acqua. Questo detergente va bene per tutti i tipi di pavimenti, compresi il gres, il cotto e la ceramica. Fa eccezione soltanto il parquet, che non tollera le sostanze acide.

Questo detergente sgrassa e non lascia aloni. Completamente naturale, è adatto anche a chi soffre di allergie ai detersivi tradizionali.

Detergente per parquet

Ingredienti

  • 2 litri d’acqua
  • 4 cucchiai di bicarbonato

 

Preparazione

Sciogli il bicarbonato nell’acqua calda. Quindi intingi un panno nella soluzione, strizzalo bene per evitare rigonfiamenti e passalo in maniera energica sul parquet. Se vuoi pulirlo più a fondo puoi raddoppiare la dose: 8 cucchiai di bicarbonato sciolti in 2 litri d’acqua.

Questo è il detergente ideale per il parquet naturale , perché lo pulisce senza rovinarlo. Se invece hai un parquet di tipo verniciato, puoi anche utilizzare il detergente con l’aceto di cui ti ho parlato prima. Il detersivo con l’aceto risulta più aggressivo, ma è comunque ben tollerato dal parquet verniciato, più resistente di quello naturale.

 

Conclusioni

Spero che questo post sia servito a farti conoscere meglio il mondo dei detersivi naturali.

Quale proverai per primo? Il detersivo per piatti al limone? O magari l’ammorbidente per il bucato?

Qualsiasi sia la tua scelta, fammelo sapere nei commenti qui sotto.

Please follow and like us:
Facebook
Facebook